Demolire auto bollo non pagato, si può fare? La domanda è più frequente di quanto si pensi. La radiazione della vettura dal Pubblico Registro Automobilistico con relativa demolizione fisica del mezzo, secondo la normativa vigente, si può fare anche se il bollo auto non è stato pagato.

Per rottamare un auto bisogna pagare il bollo?

Non ci sono riferimenti normativi che obbligano a questo passaggio prima della rottamazione espressamente. Ma, la demolizione auto con bollo non pagato può essere un azzardo. Questo va chiarito senza incertezze, la tassa di possesso dell’auto rimane un debito del quale, prima o poi, verrà richiesto il pagamento.
La normativa non prevede l’attuazione di una particolare procedura con la quale si richiede al cittadino di pagare bolli in sospeso prima di procedere alla rottamazione. E’ bene sapere, però, che la Regione presso la quale risulta registrata l’auto invierà, in qualità di ente beneficiario e quando lo riterrà opportuno, la richiesta di pagamento degli arretrati dovuti al proprietario del veicolo.

Sui bolli auto non pagati nessun controllo

Non è prevista alcuna procedura di verifica sui pagamenti del bollo arretrati nel momento in cui si decide di portare la vettura all’autodemolizione. Questo non vuol dire, come già sottolineato, che in futuro da parte dell’ente beneficiario scatti l’accertamento e la successiva richiesta di pagamento dei bolli non pagati, con in aggiunta gli interessi di mora.
All’inizio la penale è pari a circa il 2,5%, con interessi aggiuntivi al tasso del 3% fino al primo mese. Dopo il primo anno la multa raggiunge un valore del 30% del bollo in più, a cui aggiungere interessi semestrali. Non di rado si giunge all’emissione di una  cartella esattoriale per il pagamento del totale complessivo.
Quando si rottama una vettura non si deve più pagare il bollo in futuro, ma il passato non si può cancellare. Il consiglio, dunque, è quello di pagare la somma dovuta prima della rottamazione dell’auto, sanando la posizione debitoria ed evitando tutte le conseguenze che scaturiscono dal mancato pagamento.

Ecco come eseguire la demolizione con il bollo ancora da pagare

Sarà cura del responsabile del centro di rottamazione demolire fisicamente il veicolo e effettuare la radiazione dell’auto dal PRA. Al proprietario andrà consegnato entro trenta giorni il documento che attesta la cancellazione dell’auto dal Pubblico Registro Automobilistico. Solo da quel momento non è più necessario pagare il bollo auto.
Ricordate: se il bollo auto scade, per esempio, a novembre, il veicolo va demolito entro ottobre, cioè entro il mese precedente. Altrimenti vi sarà chiesto di pagare la tassa anche per tutto l’anno successivo. E’ prevista anche l’ipotesi in cui, decidendo di pagare la tassa, se ne può richiedere in parte il rimborso, poiché il possesso è riferito a solo un mese.