Lo sviluppo e la tecnologia viaggiano veloce e sempre più in continuo sviluppo. Usando la nostra auto tutti i giorni, dopo un po’ di anni cominciano ad affiorare i primi problemi di usura. Ovviamente il giusto rimedio è demolire la propria auto per comprarne una nuova con minori consumi e tecnologicamente più avanzata. Il giusto compromesso è demolire la propria auto rispettando l’ambiente. Infatti purtroppo molto spesso capita di vedere auto abbandonate per strada lasciate li a marcire causando gravi danni alla natura e all’uomo. Per questo è molto utile quando si compra un auto nuova, fare rottamare l’auto vecchia al concessionario il quale provvederà a consegnare i documenti necessari, che sono pochi ma molto importanti ma obbligatori, e alla sua demolizione consegnando al proprietario obbligatoriamente il certificato di demolizione. Dunque quando si vuole cambiare auto perché vecchia, ottimo compromesso e ottima soluzione è la demolizione della propria auto in quanto fa risparmiare al proprietario un po’ di soldini e salvaguarda la natura rispettando noi e l’ambiente che ci circonda.

Demolizione auto a roma per salvaguardare l’ambiente

Tecnologia avanzata e sviluppo sono sempre in continuo sviluppo e miglioramento e alla base degli obbiettivi c’è la salvaguardia della natura e dell’ambiente che ci circonda. Sembra una sciocchezza ma anche per demolire una vecchia auto, gli enti interessati alla demolizione hanno come obbiettivo salvaguardare la natura. Infatti molte volte camminando per le strade si vedono macchine abbandonate li a marcire causando danni ingenti alla natura. Per questo quando si cambia auto si sceglie di demolire la vecchia auto e in questo caso esistono due soluzioni. La prima è che il proprietario porti a demolire direttamente agli enti il mezzo portando i documenti necessari ma molto importanti quali il certificato di proprietà, carta di circolazione e targhe sia posteriore che anteriore. Dunque pochi documenti ma molto importanti. La seconda soluzione è che al momento dell’acquisto di una nuova auto, il concessionario provveda lui direttamente a fornire i documenti necessari e provvederà poi alla successiva demolizione. Dunque è il concessionario che si prende l’incarico, offrendo però uno sconto al proprietario all’acquisto. In entrambi i casi dopo la demolizione l’ente incaricato alla demolizione è obbligato a rilasciare al proprietario un certificato chiamato certificato di demolizione, con il quale il proprietario è esonerato da responsabilità civili e penali in quanto ovviamente non più in possesso dell’auto rottamata. Altro caso per la demolizione è nel caso in cui il mezzo è incendiato o distrutto, in questo caso i documenti da presentare sono gli stessi di quelli sopra citati, in più pero si deve presentare l’NP3B, tutti documenti obbligatori. Importante è che se anche uno di questi documenti mancano perché non in possesso poiché è stato rubato, si deve presentare la denuncia fatta in precedenza alle forze dell’orine. Inoltre quando si effettua una demolizione, è importante risolvere il discorsi dell’assicurazione. Se il mezzo che si deve demolire ha ancora l’assicurazione in corso di validità, il proprietario deve provvedere a portare i documenti necessari alla propria compagnia di assicurazioni che provvederà a spostarla sulla nuova auto con una nuova polizza oppure provvederà a rimborsare il periodo rimanente al proprietario. Dunque demolire un auto è molto importante sia per salvaguardare la natura e sia per risparmiare qualche bel soldino.

Pochi passi e pochi documenti servono per avere degli sconti sul nuovo e allo stesso tempo demolire la vecchia auto e salvaguardare l’ambiente che ci circonda. Ebbene si, rottamare il mezzo ormai non funzionante produce buoni effetti sia a livello economico che un buon effetto sulla natura. Infatti spesso troviamo per strada auto vecchie abbandonate sul ciglio stradale a marcire causando mille problematiche e gravi danni alla natura. Inoltre quando compriamo una nuova auto e provvedendo a far demolire l’auto dal concessionario, quest’ultimo offrirà uno sconto sul nuovo acquisto. E bastano pochi documenti ma importanti da consegnare agli enti incaricati alla demolizione. I documenti sono principalmente carta di circolazione, certificato di proprietà, e le due targhe posteriore e anteriore. Nel caso in cui l’auto da demolire è incendiata o distrutta oltre ai documenti prima citati serve anche l’NP3B. Dunque demolire una vecchia auto corrisponde a risparmiare soldini e salvaguardare la natura circostante.